Omelia della S. Messa di suffragio a Piero Vitto - di Samuele Pinna

Omelia della S. Messa di suffragio a Piero Vitto - di Samuele Pinna

  di Samuele Pinna   Non è senza emozione che prendo la parola per questa omelia. Emozione, innanzi tutto, per le insigni personalità oggi presenti, per il cardinal Giovanni Battista Re, il quale ha chiesto – per me un grande onore! – che facessi proprio io un pensiero in questa solenne Eucaristia. Emozione, poi, sinceramente grande, per dover ricordare Piero Viotto, che è stato una persona davvero straordinaria nella sua umanità e ricerca scientifica, di cui molti – me compreso – hanno giovato. Stiamo vivendo la Liturgia per come ci è offerta (non abbiamo cambiato il formulario eucologico né le Letture) e pare provvidenzialmente indicata e istruttiva dopo questo intenso pomeriggio. Per il rito santambrosiano, oggi ricorre la memoria di san Galdino, vescovo di Milano dal 1166 al 1176. Mi… Continua →
Dorothy Day, una radicale, secondo il Vangelo

Dorothy Day, una radicale, secondo il Vangelo

Nel suo intervento al  Congresso degli Stati Uniti di America papa Francesco il 24 settembre 2015 raccomanda di abolire la pena di morte ed il commercio delle armi, ricorda quattro figure significative della loro storia: Abramo Linon, il Presidente dell’Unione che ha abolito la schiavitù; Martin Luther King, un pastore protestante noto per la sua lotta contro le discriminazioni razziali, Thomas Merton, un monaco trappista impegnato nel dialogo interreligioso, e Dorothy Day, una giornalista e attivista sociale, che si oppone alle conseguenze devastatrici del capitalismo con mezzi non violenti.           Dopo una vita inquieta e dissoluta, femminista e radicale, Dorothy Day si converte al cattolicesimo,  ma non cessa di essere anarchica e pacifista, e di partecipare alle lotte sociali, convinta che il mondo appartiene a Dio e tra gli uomini… Continua →
Raïssa Maritain e l’universo della poesia

Raïssa Maritain e l’universo della poesia

Jacques Maritain nel presentare il Journal di sua moglie, Raïssa Oumançof emigrata a Parigi con la sua famiglia, con la quale ha condiviso un’avventura spirituale, che per la sua influenza culturale, ha segnato il XXmo secolo, perché loro due, lei ebrea lui protestante, convertitisi al cattolicesimo, hanno annodato in Europa ed in America amicizie con filosofi e letterati, scrittori ed artisti, scrive : “In un certo senso, Raissa ha detto tutto nelle sue poesie. E queste non sono forse nate là dove, per rarissima coincidenza, tutte le sorgenti costituiscono una cosa sola, e dove l'esperienza creatrice del poeta non è che puro specchio dell'esperienza mistica? Ciò è bastato perché esse siano state talvolta avvicinate all'esempio classico di san Giovanni della Croce. I due casi sono però assai diversi. San Giovanni… Continua →

Varese, 7 gennaio 2017 – Parrocchia S. Massimiliano Maria Kolbe Funerale nonno Piero Viotto

Desidero con queste parole, innanzitutto, ringraziare a nome della famiglia per la vicinanza e l’affetto che ci state dimostrando, per la vostra presenza stamattina, per i tanti sacerdoti concelebranti e per la quantità smisurata di messaggi che sono giunti, anche da persone inaspettate. Nonno Piero ha saputo tessere fino all’ultimo momento della sua vita tanti legami che univano il suo ufficio ingombro di libri ai cinque continenti, dall’Africa all’America Latina; questi legami lui li considerava, sulla scorta dei suoi maestri, «grandi amicizie» da cui riceveva sostegni e stimoli, riuscendo a raccogliere attorno a sé tanta stima e affetto per niente formali. Nonno dava alla parola amicizia un enorme valore che tutti noi dobbiamo riscoprire. Ricordo aver commentato con lui, recentemente, l’espressione di Gesù vi ho chiamati amici, espressione che custodisce… Continua →
Piero Viotto – In memoriam - Giorgio Campanini

Piero Viotto – In memoriam - Giorgio Campanini

La storia del “maritainismo” italiano è strettamente ed anzi indissolubilmente legata alla figura di Piero Viotto, che agli inizi del 2017 ha lasciato questo mondo, raggiungendo ad alcuni anni di distanza la carissima consorte Giovanna, la cui assenza (anzi, per un convinto credente come Viotto, la misteriosa “presenza”) ha accompagnato, ed inevitabilmente amareggiato, i suoi ultimi anni di vita. Se Viotto ha coltivato nel corso della sua lunga “carriera” intellettuale non pochi ambiti di ricerca – quasi tutti, per altro concentrati sul Novecento francese, un “secolo d’oro” probabilmente irripetibile per l’amica nazione transalpina – non si può negare che al centro dei suoi studi sia stata la centralissima figura di Jacques Maritain (1883-1993), di cui è stato non solo divulgatore, studioso, traduttore, interprete, ma anche e soprattutto amico. Egli, infatti,… Continua →

Bibliografia di Piero Viotto

Tra i numerosi contributi che Piero Viotto ha lasciato, questa bibliografia segnala le opere da lui ritenute più importanti.   Opere 1954 Il metodo preventivo di don Giovanni Bosco, Istituto Padano per le arti grafiche, Rovigo L’esame del libro di testo per le scuole elementari, Istituto Padano per le arti grafiche, Rovigo 1957 Jacques Maritain, La Scuola, Brescia (5a ed. 1976) 1958 Problemi di pedagogia, Marietti, Torino (12a ed. 1975) Sintesi di storia della filosofia, 3 voll., Torino (4a ed. 1973) 1959 Elementi di filosofia, Gili, Torino 1966 Pedagogia dell’età evolutiva, Marietti, Torino 1968 Pedagogia generale, Marietti, Torino (11a ed. 1974) Metodologia educativa Marietti, Torino (3a ed. 1975) 1969 La Pedagogia oggi e le principali correnti, Editrice Esperienze, Fossano (5a ed. 1983, in collaborazione con Cesare Scurati) 1973 Pedagogia e… Continua →