Prospettiva Persona

Trimestrale di Cultura Etica e Politica
Prospettiva Persona n.103 Gennaio - Marzo 2018

Prospettiva Persona N.103 Gennaio - Marzo 2018

Dalla diaspora alla scomparsa

(di Flavio Felice)

 

Qualche riflessione, in punta di piedi, sul rapporto tra cattolici e politica, dopo l’appuntamento elettorale del 4 marzo che ha sconquassato la geografia politica italiana. Non che i risultati non fossero in parte prevedibili e invero molti indicatori andavano in questa direzione. Si pensi alle difficoltà economiche in cui versano da anni i giovani, le famiglie e gli imprenditori, sia al Nord sia al Sud del Paese. Era prevedibile che l’offerta politica più convenzionale, talvolta anche appiattita sul cosiddetto establishment, sempre più identificato con i percettori di rendita politica economica e culturale, agente della conservazione oligarchica piuttosto che della modernizzazione riformatrice
del Paese, venisse ritenuta inadeguata a rispondere alle sfide di una contemporaneità che coloro meglio posizionati percepiscono come opportunità, mentre chi guarda il mondo dai gradini più bassi, vuoi perché
ha perso un lavoro o perché non lo trova, a torto o a ragione, le giudica come minacce verso le quali far valere la propria disapprovazione.

Continua

Editoriale

Le immagini di questo numero

Marco Vaccaro - Dentro Caravaggio

Lo scritto si propone di essere un pensiero critico in merito al primo capitolo del volume di Vittorino Andreoli “L’educazione (Im)-possibile– Orientarsi in una società senza padri”. L’esigenza dell’autrice è quella di dare un contributo a chi – come lei – si trova ad affrontare quotidianamente il tema dell’educazione dei figli, senza però ripercorrere lo schema educativo dei propri genitori

Pensiero & Persona

Nunzio Bombaci  - L’attualità del personalismo in Mozambico
The Actuality of Personalism in Mozambique

Lo scorso novembre si è svolto nella Universidade Pedagógica della cittadina mozambicana di Maxixe un Convegno Internazionale sul Personalismo patrocinato, tra gli altri, dal Centro di Ricerche Personaliste. Lo scrivente era uno dei tre relatori europei. Gli altri oradores provenivano da varie regioni del Mozambico, da alcuni paesi africani e dal Brasile. La Conferência ha preso in considerazione lapersona in una prospettiva multi e interdisciplinare. Alcune relazioni hanno posto in luce le analogie tra le nozioni di persona e di munthu. Una riflessione incentrata proprio sul munthu (lemma di grande importanza nelle culture bantu) può arrecare un contributo significativo alla promozione di un autentico personalismo africano.

An International Conference on Personalism took place last November at the Universidade Pedagógica of Maxixe, a Mozambicane town. Our Centro di Ricerche Personaliste was one of sponsoring bodies and I was among the three European speakers. The others came from various regions of Mozambique, some African countries and Brazil. This Conferência took the person into consideration according to a multidisciplinary and interdisciplinary perspective. Some reports highlighted the similarities between the concepts of person and munthu. A reflection focused precisely on the munthu (that is a very important word in Bantu cultures) can provide a significant contribution to the development of authentic African personalism.
Cecilia Costa - I concetti di persona e di relazione

In questo momento storico, si rende necessario ridare valore al concetto di persona con la sua “sintesi tra unicità e storicità”, ridiscutere le tematiche della libertà, della soggettività, della relazione, per “saper guardare di nuovo l’uomo”, per restituire alla sociologia “la sua matrice umanistica” e per rimettere a tema il fatto che tutte le discipline il cui oggetto di studio è l’essere umano “sono collegate tra loro e rimandano l’una all’altra”. In qualche modo, proprio a causa dell’odierna crisi socio-antropologico, etico-religioso, politico-economico, i temi della persona e della relazione potrebbero divenire motivi di uno scambio di informazioni tra la teologia e la sociologia.

Saturnino Gatti was an eccentric master of the fifteenth century in L’Aquila. The article offers an in-depth overview of the artist; starting from life and works, it reviews attributions and studies, even recent ones, which have multiplied in recent years, bringing the topic to a national level. In fact, the master’s work exceeds the regional boundaries, reaching Tuscany, Umbria, Lazio, Marche and Calabria.

Studî

Andrea Lombardinilo - Tra Romanticismo e crisi della modernità

L’obiettivo dell’articolo è approfondire il rapporto tra la nascita del medium narrativo in Italia durante l’epoca romantica e la sua eredità letteraria ed estetica nella post-modernità, in ossequio alla necessità di analizzare la convergenza tra letteratura, opinione pubblica e memoria collettiva. In primo piano c’è la prospettiva di disegnare una socio-grafia del medium narrativo, i cui risultati possono risultare maggiormente efficaci se volti ad approfondire il significato sociale delle strategie letterarie. Più specificamente, l’articolo si sofferma sulle riflessioni teoriche sviluppate da Alessandro Manzoni, con particolare attenzione per il ruolo rivestito nella costruzione di una teoria sociale del medium letterario durante l’età romantica.

The purpose of this paper is to probe the relationship between the birth of the Italian narrative medium during the Romantic age and its literary and aesthetic legacy in post-modernity, in compliance with the need to further investigate the convergence between literature, public opinion and collective memory. To the fore, the perspective to draw a socio-graphy of narrative medium, whose results can be much more effective when aimed to study the social meaning of the literary strategies. In this sense, the paper focuses on the research activities carried out by Alessandro Manzoni, with particular regard to the role played in the construction of a social theory of literary  medium during the Romantic age.
Gabriël Maes - L’athéisme biblique de Simone Weil
Simone Weil’s Biblical Atheism

Saturnino Gatti è stato un maestro eccentrico del Quattrocento aquilano. L’articolo offre una panoramica approfondita sull’artista ; a partire dalla vita e le opere, passa in rassegna le attribuzioni e gli studi, anche recenti, che si sono moltiplicati negli ultimi anni, portando l’argomento a livello nazionale. L’opera del maestro supera infatti i confini regionali giungendo in Toscana, in Umbria, nel Lazio, nelle Marche fino alla Calabria.

Saturnino Gatti was an eccentric master of the fifteenth century in L’Aquila. The article offers an in-depth overview of the artist ; starting from life and works, it reviews attributions and studies, even recent ones, which have multiplied in recent years, bringing the topic to a national level. In fact, the master’s work exceeds the regional boundaries, reaching Tuscany, Umbria, Lazio, Marche and Calabria.
Simone Stancampiano - Xavier Tilliette e la modernità filosofica
Xavier Tilliette and Philosophical Modernity

Un pessimismo di fondo sulle posizioni “ambigue” nel dialogo tra Chiesa e società civile. Anche quando J. Habermas e J. Ratzinger «concordano sulla reciproca “disponibilità ad apprendere” del mondo laico e del mondo cattolico, della fede cristiana e della ragione secolare, nel segno del “ragionevole” e non in quello della verità», il costituzionalista trova insensato che la ragione secolare abbia da apprendere dai dogmi cattolici, come pure la teologia cattolica abbia da apprendere dal pensiero scientifico, per definizione secolare.

The Jesuit and contemporary philosopher Xavier Tilliette arrives to the so-called «philosophical Christology » by an “apologetic” via. He wants to demonstrate that there was no contrast between Christianity and Modernity, an antithesis celebrated instead by the old Scholasticism and the new-Thomism at the beginning of the 20th century, in the famous debate of the Thirties in France on the «Christian philosophy». What is the relationship between faith and reason at dawn of the 21st century? Is a dialogue between themselves possible nowadays? Tilliette’s “philosophical Christology” is an affirmative answer. For believers it is easier to accept a philosophical Christology, since this moves in the paths of the “Christian philosophy” which has been almost acknowledged after several debates of the 20th century. For non-believers the issue seems to be more problematic

Attualità

Alessandro Giostra - Il problema nordcoreano: la necessità di un dialogo

L’articolo evidenzia i tratti peculiari del regime nordcoreano e il background della policy aggressiva che ha tenuto negli ultimi anni. Un’analisi dettagliata della situazione mostra chiaramente che l’uso della forza e l’adozione di sanzioni economiche non rappresenta una soluzione valida per risolvere il problema. Ecco perché, nella parte finale, l’autore propone un modo alternativo per interagire con la Corea del Nord, un Paese in cui il militarismo, la propaganda e uno stringente controllo totalitario stanno peggiorando la vita della popolazione.

This article highlights the distinctive features of the North Korean regime and the background of the aggressive policy it has led in recent years. A careful analysis of the situation clearly shows that the use of force and the adoption of economic sanctions do not represent a valid solution to solve the problem. That is the reason why, in the final part of this paper, the author advances an alternative way of interacting with North Korea, a country where militarism, propaganda and a strict control over all aspects of private and public life are worsening the conditions of common people.

Confronti

Robert Royal - Perspective on the Person
Prospettiva sulla Persona

Il tema centrale del nuovo libro di George Weigel, Lessons in Hope: My Unexpected Life with St. John Paul II, è ancora Papa Wojtyla. Weigel racconta la storia di come sia giunto a scrivere su Giovanni Paolo II e di come siano state essenzialmente “coincidenze” provvidenziali relative alla sua vita precedente, non ultimo un interesse giovanile per la Polonia, che lo hanno preparato al successivo lavoro. Nel racconto, Weigel fornisce un resoconto sorprendentemente dettagliato delle sue conversazioni dietro le quinte con Giovanni Paolo II; il loro crescente reciproco affetto; le sue interazioni ad ampio raggio con persone che conoscevano Wojtyla (l’unico modo, disse il papa, di conoscerlo veramente), che hanno fornito le basi per i primi due libri.

The focus of his new book, Lessons in Hope: My Unexpected Life with St. John Paul II, is still primarily the Polish pope. Weigel tells the story about how he came to writing about Wojtyla in the first place – essentially because of providential “coincidences” in his own earlier life, not least a childhood interest in Poland, that prepared him for the job. In the process, he provides an astonishingly detailed account of his behind-the-scenes conversations with JPII; their growing personal affection for each other; and his wide-ranging interactions with people who knew Wojtyla (the only way, the pope said, to really get to know him), which provided the foundation for the earlier two books.
Francesco Di Iorio - Economic Explanation as Translation
Ermeneutica, fallibilismo e metodologia austriaca

Gli economisti austriaci di impostazione ermeneutica hanno teso a considerare l’ermeneutica una teoria relativista della conoscenza. Rifacendomi all’opera di Antiseri, propongo una terza via tra la visione di questi economisti e quella dei loro critici che vedono nell’ermeneutica un orientamento radicalmente incompatibile con l’approaccio austriaco. Mi sforzo di mostrare che l’ermeneutica non deve essere confusa con il relativismo cognitivo e che essa e’ compatibile con l’approccio austriaco in quanto e’ una teoria fallibilista della conoscenza.

Many hermeneutical Austrians seemed to assume that “hermeneutics” is a relativistic theory of knowledge. Following Antiseri, I defend a middle ground between their standpoint and that of their critics who regarded hermeneutics as radically inconsistent with the Austrian approach. I argue that hermeneutics must not be confused with cognitive relativism and that it is consistent with the Austrian approach because it is a fallibilist theory of knowledge.
Samuele Pinna - Sull’Autobiografia teologica di Inos Biffi
About Inos Biffi’s “Theological Autobiography”

Una riflessione sulla teologia sotto forma di intervista a monsignor Inos Biffi, apprezzato medievista e di recente insignito del prestigioso Premio Joseph Ratzinger (2016). Per Biffi, nella sua più elementare accezione, la “teologia” è il discorso riguardante Dio: il logos relativo a lui. Tuttavia, il “contenuto” vero e proprio del discorso teologico è Gesù Cristo, Figlio di Dio, risorto da morte. La lunga docenza di Biffi, il suo sforzo cioè di rendere accessibile la Parola di Dio a partire dall’intellectus fidei, mostra, mediante uno sguardo sereno e profondo, la bellezza del mistero cristiano

A reflection on theology, presented in the form of an interview with Monsignor Inos Biffi, valued medievalist. Among Biffi’s most recent honors the prestigious Joseph Ratzinger Prize (2016). According to Biffi, at its basis, theology arises from our questions about God: His logos. However, at its core, theology is about Jesus Christ, the Son of God, Who rose from the dead. Biffi’s teachings as a whole, can be summarized as an indefatigable attempt to make the Word of God accessible, starting from the intellectus fidei, with a serene and profound vision: the beauty of Christian mystery

Prospettiva Donna

Rocio Figueroa - La reciprocità, una chiave ermeneutica
Susana Nuin - Quale percezione ha l’America Latina su Papa Francesco?

Il contributo si propone di offrire uno sguardo su ciò che la Chiesa latinoamericana ha sperimentato con l’elezione al soglio pontificio di Bergoglio e dell’“effetto positivo” che questo ha avuto sul cattolicesimo, grazie anche all’importante carisma che papa Francesco possiede. Tuttavia, la complessità di queste realtà, a livello politico, economico, sociale e, di conseguenza, pastorale hanno favorito anche la circolazione di alcuni timori sugli effetti del suo Magistero.
Centro Studi “Maria e Francesca Marangelli” - Bando della XII edizione del Premio Marangelli
Marangelli Prize 2017-2018: About Women Condition

Prospettiva Civitas

Luca De Santis Giorgio La Pira: unire le città per unire le nazioni

La riflessione politica di La Pira considera le città come un libro aperto di storia e di valori in favore
della civiltà umana. Le città portano in sé la scintilla della volontà divina, essendo più prossime alla
persona divengono una chiara espressione dello spirito umano. Esse sono il primo luogo dove l’uomo
sin dagli albori della sua presenza ha trovato rifugio, conforto e la risoluzione dei suoi problemi. Sono
le città dunque ad essere state volute ed architettate dall’umanità e non lo Stato.
Fiore Zuccarini - Un multiforme sostegno ai malati e alle famiglie
About Personalism: the takeoff and the image

Prospettiva Λογος

Settimio Luciano - L’inquietudine della morte e l’amore alla vita
The restlessness face to death and love to life

L’editoriale si presenta come una introduzione al percorso dedicato alla tematica del dono. La donazione si presenta nella vita che si offre agli altri nella “vertigine” della libertà sostenuta dalla forza di Dio.

The editorial presents itself as an introduction to the issue’s dedicated theme: the gift. The gift is presented in the life that is offered to others in the “vertigo” of freedom sustained by the power of God.
Marcello Paradiso - Hans Urs Von Balthasar e la metafisica del Dono-Amore

Hans Urs von Balthasar partendo dalla sua singolare prospettiva estetico-teologica e dal ruolo principe svolto dal trascendentale del bello intende entrare nel mistero dell’essere creato e della sua differenza fino allo sviluppo della circolarità dei trascendentali. L’apparire, il mostrarsi dell’essere nel trascendentale del bello andava verificato nel mostrarsi, nell’apparire dell’uomo a se stesso e agli altri.

Later on in life, Goya’s works include famous portraits, paintings that celebrate the resistance of Spanish patriots during the Napoleonic invasion but also the disconcerting works painted on the walls of the artist’s country house, denominated pinturas negras (black painting). Here the artist depicts the demons that haunt his nightmares and, in a more general perspective, the “monsters” that beset man who falls asleep or, for different reasons, loses the command of his thoughts. The hallucinatory expressionism of the works are at the heart of the “Goya enigma”.
Paul Gilbert - L’esperienza della gratuità
The Experience of Gratuity

La filosofia recente è attenta allo specifico del “dono”, che contesta la tesi sociologica secondo cui a
ogni dono deve corrispondere un contro-dono. Dopo una riflessione su questa tesi, l’articolo affronta
il tema della gratuità, di cui lo spirito umano fa l’esperienza in se stesso.
Recensioni
Libri ricevuti