Prospettiva persona torna in Africa nel Benin e organizza il II Convegno internazionale personalista euroafricano dal 26 al 28 settembre 2007.

Comunicato stampaLa rivista “Prospettiva Persona” torna in Africa organizzando il II Convegno internazionale personalista euroafricano dal 26 al 28 settembre 2007.   Tema del Convegno: Les intellectuels africains et européens en  lutte contre l’oppression pour la dignité de la personne. Riflessione a partire dagli autori:  Kwame N'krumah, Joseph Kizerbo, Leopold Senghor, Ignazio Silone, Antonio Gramsci, Emmanuel Mounier, Paul Ricoeur.

Si tratta del tentativo di sviluppare una promozione umana e culturale  per coniugare insieme il pensiero africano e quello europeo  capace di riflessioni a favore della promozione e del rispetto dei diritti umani e della dignità di ciascuno.

Partecipanti invitati dall’Italia: Lo staff della rivista Prospettiva Persona (Attilio Danese, Giulia Paola Di Nicola, Giovanni Marcotullio) insieme al Vescovo di Teramo e Atri Mons. Michele Seccia, che parlerà  di “Giustizia, solidarietà e libertà per la persona in Ricoeur”).

Sostegni e Sponsors

L’iniziativa condivisa e sostenuta dal Vescovo di Teramo Mons. Michele Seccia è stata apprezzata anche a livello nazionale con la concessione del Patrocinio e di un Contributo da parte della CEI- Comitato per gli Interventi Caritativi a favore del Terzo Mondo   (Fondi 8 x mille), progetto approvato in data 16 giugno 2007,  n. 576/2007.

La Giunta Regionale Abruzzese ha condiviso il progetto e attraverso l’assessore Tommaso Ginoble ha fatto pervenire il Patrocinio della Giunta Regionale  con contributo.

Anche il Presidente della Provincia di Teramo Ernino D’Agostino ha apprezzato insieme alla Giunta il progetto di cooperazione culturale internazionale ed ha concesso   il patrocinio della Giunta Provinciale  con contributo.

Il sostegno per una iniziativa  di  cooperazione  culturale  ha avuto l’apprezzamento e l’appoggio da istituzioni laiche e cattoliche, che lavorano al servizio della persona.MotivazioniDopo il I convegno personalista euroafricano del 2005  in Burkina Faso, la nuova proposta è partita dal Benin attraverso il prof. Felix Nestor Ahoyo, Univ. Cotonou, che ha chiesto alla direzione di “Prospettiva Persona” l’organizzazione e la gestione scientifica del convegno in partenariato con  l’Università di  Cotonou, la Société Béninoise de Philosophie e la Faculté de Philosophie. In questa direzione   il convegno che si svolgerà a Ouidah (Cotonou)  intende riflettere a partire dal contributo di intellettuali euroafricani e  in specie autori europei come Paul Ricoeur, Emmanuel Mounier, Antonio Gramsci e l’abruzzese Ignazio Silone.La rivista Prospettiva Persona, consapevole che i processi di globalizzazione in atto determinano importanti evoluzioni migratorie dal Sud del mondo verso l’Italia con fattori che tendono a modificare lentamente aspetti fondamentali della vita nei Paesi più sviluppati: lavoro, abitazioni, fedi religiose, nei gusti e nei consumi, nel sistema dei media, nella scuola, intende intervenire mettendo in atto progetti-azione interculturali nel rispetto dei principi personalisti quali il bene comune e la dignità della persona umana.La nuova realtà italiana ed europea multietnica e multiculturale pone, infatti,  problemi inediti sia sul versante economico-sociale, sia su quello culturale e formativo. Qualsiasi politica di integrazione si accompagna ad interventi in campo formativo, necessari per costruire quelle diffuse basi culturali, senza le quali diviene impossibile ogni convivenza civile tra autoctoni e immigrati. L’educazione interculturale è strettamente connessa con l’educazione alla pace ed allo sviluppo.

S.D.

Codividi: