Articoli

Pro e contro il personalismo Un dibattito su “Avvenire”

La Redazione

 

Un vivace dibattito sul personalismo comunitario, sulla sua obsolescenza o sua permanente attualità, si è svolto nella scorsa primavera sulle pagine di “Avvenire”.

Nel numero del 27 Maggio 2017, in prima e seconda pagina (addirittura come editoriale) è apparso un articolo di Francesco D’Agostino intitolato “oltre la confusione dei personalismi – impariamo a dire fratelli”, contenente dure critiche ad un pensiero, quello personalista, ritenuto ormai obsoleto.

Nei giorni successivi – e precisamente il 26 maggio – con un articolo apparso sulla seconda pagina dello stesso giornale, Giorgio Campanini interveniva con un breve testo intitolato “Perché va rilanciato il personalismo” (titolo redazionale perché, in verità, quello originale scelto dall’autore era più ‘combattivo’: A proposito del personalismo. La caricatura e l’immagine, al quale l’11 Giugno faceva seguito – in sostanziale consonanza con Campanini – un commento di Francesco Bellino pubblicato sempre nella seconda pagina del quotidiano cattolico, con il titolo Persona: abbandono o ripensamento?

Data la riconosciuta autorevolezza dei tre studiosi è parso non inutile, alla direzione di “Prospettiva Persona”, riproporre questi tre testi: con l’auspicio che altre voci si levino a continuare un dibattito cui Prospettiva Persona non può non guardare con grande interesse.

Condividi:

Commenti