FINI E COMPITI ISTITUZIONALI:

I fini del CRP

Il Centro Ricerche Personaliste é costituito da persone che condividono il valore trainante della cultura e perciò svolgono attività di promozione culturale, senza scopo di lucro, a servizio della persona, nella convinzione che proprio sulla persona si possa convergere pur provenendo da diverse ideologie e fedi, per individuare e promuovere valori indispensabili alla ricerca di convergenze nella società pluralista. Registrato ufficialmente nel 1985, il CRP era di fatto già attivo in precedenza, grazie ai rapporti di condivisione che si andavano creando attorno ad iniziative mirate promosse dall’associazione. Il Centro Ricerche Personaliste è associazione laica, ecumenica e tuttavia cristianamente ispirata. Non potrebbe contentarsi di fare cultura senza spendersi sui valori. Ma non potrebbe neppure fare della fede, uno stendardo e una barriera. In uno spirito di rispetto delle scelte di ciascuno, l’obiettivo comune è dinon occultare la fede quando c’è e di non imporla quando non c’é. Si considera ormai preoccupazione desueta quella di liberarsi di Dio considerato come una imposizione e una sopravvivenza del passato. Oggi si guarda più liberamente l'altra faccia della medaglia, senza timore di essere retrò quando si constata che i tentativi di scardinare Dio dal cuore della donna e dell'uomo non hanno sortito l'effetto desiderato e spesso hanno suscitato una più forte nostalgia. . Coniugare cultura e fede è continuare a sentire il dovere di porre domande a Dio, in maniera sempre nuova, perché nel dialogo creatura-creatore, Dio non diventi un idolo, individualista o collettivista, maschilista o femminista. Sullo sfondo di una reciprocità ogni domanda su Dio è, analogicamente, domanda sulla donna e sull'uomo, e viceversa. I componenti del CRP sentono il dovere di valorizzare la libertà interpretativa di ciascuno, a tutto campo, secondo la specifica sensibilità e l’orientamento di pensiero, senza pretese dogmatiche, raccogliendo piuttosto sollecitazioni, liberi dal fanatismo, dal relativismo di maniera, dal dogmatismo religioso o laico. Facendo riferimento alla persona si punta soprattutto sulla coerenza tra idee, valori e comportamento come condizione di riconoscimento reciproco, al di là delle differenti scelte individuali, fatte con retta coscienza.

L'associazione non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione sociale ispirata ai principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettosa dei diritti inviolabili della persona.

In particolare persegue:

art.2 dello Statuto
a) la ricerca di modelli teorici e pratici, nonché di categorie filosofiche e sociologiche utili al rinnovamento della società e della politica;
b) l'informazione e la formazione sui problemi della società contemporanea, con l'uso delle più moderne tecniche scientifiche di analisi, di ricerca e di divulgazione, tenendo presente il pluralismo linguistico europeo;
c) la sollecitazione dell'impegno culturale e sociale della comunità italiana ed europea a partire dalla comunità in cui opera;
d) l'approfondimento specifico dei problemi sociali, politici, culturali ed economici delle comunità regionali in cui opera, a partire da quella abruzzese, sede del centro nazionale;
e) l'aggiornamento della classe docente di ogni ordine e grado;
f) la formazione permanente degli adulti;
g) la promozione di momenti artistico-culturali.


art. 3
I settori di specializzazione e di ricerca nei quali l'Associazione articola la propria attività sono tutte quelle scienze e rami di attività che si riferiscono alla cultura, alla società, alla politica, all'etica, al diritto, alla religione, alla pedagogia, alla scienza, alla sanità, all'amministrazione, all'economia, all'emigrazione, all'arte, all'informazione, all'emarginazione, alla storia, all'aggiornamento professionale per insegnanti, con particolare riferimento all'ispirazione personalista e alla dimensione locale, nazionale, europea e mondiale.

Art. 4
L'Associazione svolge la sua attività attraverso:

a) seminari ed incontri di studio;
b) convegni, tavole rotonde e conferenze;
c) indagini e ricerche;
d) pubblicazioni e notiziari cartacei, audio o video (DVD);
e) corsi di formazione e aggiornamento;
f) convegni nazionali e internazionali su tematiche personaliste;
g) edizione di riviste, giornali, periodici in forma cartacea e telematica;
h) edizione di testi sia in forma cartacea che telematica;
i) sito web con news e collegamento in mailing list e in link con altre associazioni;
j) compartecipazione come associazione a convegni, seminari, corsi, manifestazioni artistiche, letterarie, teatrali e musicali, a livello nazionale ed internazionale, intesi come strumento di formazione e valorizzazione delle energie e potenzialità culturali in questo campo e di elaborazione originale di idee, concetti ed istanze di arricchimento della sfera culturale;
k) ogni attività idonea al raggiungimento del fine associativo, tra cui la stipula di convenzioni con enti pubblici o privati fornendo tutte le garanzie richieste, per il raggiungimento dello scopo sociale;
l) la richiesta di finanziamenti pubblici o privati fornendo tutte le garanzie che saranno richieste, al fine di raggiungere gli scopi sociali;
m) la presentazione di progetti di finanziamento europeo per sè o per terzi, sia come associazione leader che come partner nazionale e/o internazionale;
n) organizzazione e gestione di apposita "Sala di Lettura" con biblioteca aperta al pubblico;
o) promozione, organizzazione e gestione di momenti artistici e musicali;
p) l'esercizio, in via meramente marginale e senza scopi di lucro, di attività di natura commerciale per autofinanziamento: in tal caso dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti.


L'Associazione ha facoltà di organizzare, anche in collaborazione con altri enti, società e associazioni, manifestazioni culturali e artistiche connesse alle proprie attività, purchè tali manifestazioni non siano in contrasto con l'oggetto sociale, con il presente Statuto Sociale e con l'Atto Costitutivo.

 

EVENTI:

1986: I° Convegno Internazionale: "Mounier e Maritain - La questione personalista"
1988: Atto Notarile
1990: II Convegno Internazionale: "Persona e sviluppo nel tempo del post liberismo"
1990: Convegno Internazionale Chatenay-Malabry Parigi - 40 anni dalla morte di Mounier



1991: III Convegno Internazionale: "Il tempo dell'utopia"



1992: (ottobre) Fondazione rivista Prospettiva Persona;
1993: (aprile) IV Convegno Internazionale: "Persona, Comunità, Istituzioni. La dialettica ricoeuriana tra amore e giustizia". Laurea honoris causa e cittadinanza onoraria di Teramo.



1994: Convegno Internazionale a Tubinga: "Personalismo e Federalismo"


1998: (settembre) V Convegno Internazionale: "Il maschile a due voci".
1999: (settembre) Convegno Internazionale: "Mercato e Solidarietà"
2000: (maggio) Convegno: "Mounier e il personalismo oggi" - Università di Verona
2000: (ottobre) Convegno Internazionale: "Mounier. Testimonianza e pensiero" - Unesco Parigi



2001: (novembre): Barcellona - partecipazione e collaborazione a Corso pubblico organizzato con l'Università di Barcellona sul tema "Mounier e il nuovo Millennio". Organizzazione: Fondazione J. Maragall.



2002: (novembre): a Lione per presenziare e relazionare al Convegno internazionale sul rapporto tra la Weil e la Arendt

2003
: (settembre) in Brasile per presentare il libro in portoghese , Abismos e ápices: Percursos espirituais e místicos em Simone Weil , Loyola, S. Paulo 2003, 309 páginas.

2004 (gennaio): Città del Vaticano: Pontificio Consiglio dei Laici: relazione sul Maschile e il femminile

2004 ( febbraio): Riforma dello Statuto con rinnovo adesioni

2004 ( marzo): Città del Mexico: Terzo Congresso Mondiale della famiglia

2005: VI Convegno internazionale sul personalismo a Roma sul Tema Persona e umanesimo relazionale

 

2005 (gennaio-dicembre) Partecipazione con delegazione ai Convegni  di Strasburgo, Ragusa, Montreal, Londra, Madrid, Varsavia, Rio de Janeiro, Buenos Aires, Napoli, Ouagadougou, Arezzo

 

2006. “Il Salotto culturale. Quinta Edizione 2006  (a) Libri in Vetrina,b)Conosciamo le istituzioni, c) Poesia e prosa - pérformances e récitals d'autore, d)Incontri vari - . Promessi Sposi - La quinta edizione vede la Ri-lettura dei Promessi Sposi curata dal prof. Benedetto Di Curzio Eneide, rilettura ogni giovedì a partire dal mese di novembre 2006.

 

2007 ( maggio) Partecipazione in Argentina alla 33a Fiera del Libro Sudamericano, con interventi a Buenos Aires, Rosario, O'iggins.

 

2007( ottobre) Organizzazione II Convegno africano ed europeo sul personalismo ad Cotonou in Benin sul tema "La lotta degli intellettuali contro il totalitarismo"

 

2008 Organizzazione VII Congresso internazionale “Persona e impersonale. La questione antropologica in Simone Weil, celebrato dal 10 al 12 dicembre 2008 a Teramo.“Il Salotto culturale 2008”( Ottava Edizione).

2009:

  • “Il Salotto culturale 2009”( Nona Edizione).
  • Partecipazione eventi: Teramofilosofofestival, Convegni weiliani internazionali a Valencia(Spagna), Angers(Francia), Andria, Alessandria, Giulianova.
  • Sono stati editi 3 numeri di PP, di cui uno doppio ( 67, 68, 69-70)

2010:

  • Partecipazione ad eventi culturali in Francia, Belgio e Germania, convegno weiliano di Angers, collaborazione col Pontificio Consiglio dei Laici (marzo 2010).
  • Il Salotto culturale 2010 (Decima edizione).
  • Nel 2010 sono stati editi 3 numeri di PP, di cui uno doppio ( 71, 72, 73-74)

2011:

  • “Il Salotto culturale 20011”( Undecima edizione).
  • Partecipazione convegno internazionale a Pamplona (Spagna)
  • Partecipazione a Convengo internazionale a Puebla in Mexico
  • Sono stati editi 3 numeri di PP, di cui uno doppio (75, 76, 77-78)

2012:

  • “Il Salotto culturale 20012” ( Dodicesima edizione).      
  • Organizzazione e celebrazione del CONVEGNO NAZIONALE “ Fede e cultura a 50 anni dal Concilio Vaticano II, con presenze da varie parti d’Italia e relatore anche da Parigi,   11.12. 2012
  •  Nel 2012 sono stati editi e programmati 3 numeri, di cui uno doppio ( 79, 80, 81-82)

2013

  • “Il Salotto culturale 2013” ( Tredicesima edizione). Interventi e prolusioni ai convegni su Ricoeur in Brasile( 3-10 agosto), in Messico (23settembre-16 ottobre), in Polonia ( 24-28 ottobre)
  • Nel 2013 sono stati editi 3 numeri  di PP, di cui il primo doppio ( 83-84, 85, 86)

2014

  • “Il Salotto culturale 2014” ( Quattordicesima edizione). Interventi e prolusioni ai convegni (Spagna: Univ. Valencia, gennaio 2014; Londra: Univ. of Oxford, maggio 2014; Belgio, Leuven: novembre e dicembre 2014). Seminario-Workshop internazionale su Simone Weil (29-31 agosto 2014 residenziale a Teramo);
  • Eventi Centenario di Péguy :Venerdì 12 settembre 2014 ore 18: Chiesa della Madonna del Carmine: Memoria religiosa, Santa Messa in Suffragio, celebrata da mons. Michele Seccia, con lettura delle Preghiere alla Madonna di “Chartres”.
  • Venerdì 31 ottobre 2014 ore 18: Inaugurazione della Mostra presentata al “Meeting per l’amicizia dei Popoli” su Péguy dal titolo “Storia di un’anima carnale – a cent’anni dalla morte di Péguy”. A seguire lettura di brani scelti e accompagnamento musicale
  • Lunedì 3 novembre 2014 ore 18: Incontro con le forze produttive ed economiche. Intervengono: Flavio Felice, docente dell’Università Lateranense e Giovanni di Giosia, Vicepresidente dell’Unione degli Industriali di Teramo. A seguire letture sceniche di brani scelti dal testo “Il Denaro” di Péguy.
  • Martedì 4 novembre 2014 ore21: Proiezione del Film “Giovanna d’Arco” di Luc Besson presso la Sala di Prospettiva Persona, con introduzione dell'avv. Sara Vocale, presidente dell'Associazione culturale "Gente Gente " di Teramo.
  • Venerdì 7 novembre 2014 ore 9- 19: Giornata di studio nel centenario della Morte di Peguy. Intervengono: il Vescovo di Teramo Atri mons. Michele Seccia.........autorità   civili; Attilio Danese, già docente di Filosofia politica Università di Chieti, direttore di Prospettiva Persona, Pigi Colognesi biografo e giornalista, Campanini Giorgio già docente di Storia delle dottrine Politiche presso l’Università di Parma, Marisa Forcina docente di Storia delle dottrine Politiche presso l’Università del Salento, Bombaci Nunzio biografo di Mounier e dottorando in Filosofia all'Università di Macerata, Giulia Paola di Nicola sociologa, direttore di Prospettiva Persona, Esposito Costantino docente di storia della Filosofia Università di Bari, Borghesi Massimo docente di Filosofia Morale Università di Roma Torvergata, Fidelibus Giuseppe docente di Istituzioni di Filosofia Università di Chieti, Antonelli Giselda docente di sociologia dei processi culturali, Università di Chieti.
  • Domenica 9 Novembre 2014: Serata conclusiva dell’esposizione della Mostra “Storia di un’anima carnale – a cent’anni dalla morte di Péguy”, a seguire rappresentazione teatrale della compagnia di Guglionesi dal tema Péguy e la speranza.