Salotto culturale del 13 maggio 2008

Un libro per una serata mariana presso

Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria di P.za Garibaldi in Teramo

Martedì 13 maggio ore 19



 

Introduce

Mons. Michele Seccia, vescovo di Teramo-Atri

Presenta

don  Virgilio Di Virgilio

Interviene l'autore

P. Alberto Valentini

 

 

La Cittadinanza è invitata

 

 

 

Approfondimento

Il prossimo 13 maggio 2008 la Diocesi di Teramo celebrerà  una giornata mariana dal taglio culturale e biblico, con l’approfondimento e la presentazione di un recente libro scritto dal padre monfortano di origini teramane P. Alberto Valentini. 

La giornata avrà due momenti importanti: 

Al mattino presso Casa Maria Immacolata  l’autore  parlerà al Clero diocesano radunato per il ritiro mensile, presieduto dal Vescovo mons. Seccia.

Al Pomeriggio, in collaborazione con  l’Ufficio diocesano per il progetto culturale  e con il Salotto culturale 2008 di “Prospettiva Persona”, presso la Chiesa del Cuore Immacolato di Maria in P.za Garibaldi in Teramo alle ore 19 sarà presentato il libro

 “Maria Secondo le Scritture. Figlia di Sion e madre del Signore”,

EDB, Bologna 2007. 

« I brani in cui la Sacra Scrittura parla esplicitamente della madre di Gesù non sono particolarmente numerosi Tuttavia non si può fare a meno di notare che si tratta di testi ‘strategici’ e di eccezionale densità, collocati nei punti di svolta della storia della salvezza. Indagando la formazione degli scritti neotestamentari si constata inoltre che, parallelamente all'esplicitazione cristologica e trinitaria della fede cristiana, le comunità primitive sperimentano una presa di coscienza progressiva circa la figura della madre di Gesù. Tale processo culmina, pur nella rarità e concisione dei testi, nell'opera giovannea.
   Ma c'è di più: «Se la Vergine oltre che persona singola è immagine del credente e della stessa Chiesa, la riflessione su di lei non deve limitarsi ai brani mariologici espliciti e diretti, ma va estesa ovviamente senza violenza ai testi alle pericopi riguardanti la vita nuova in Cristo, il discepolato e l’identità stessa della Chiesa ‘sposa senza macchia e senza ruga’ del Signore».
   La figura di Maria viene quindi a essere intimamente legata alla storia della salvezza, nonché a svolgere una funzione esemplare in rapporto all'esistenza cristiana»

 Su questa linea si muovono le riflessioni dell'autore, esperto biblista e docente alla Gregoriana. 

Padre ALBERTO VALENTINI, nativo di Notaresco ( Te), monfortano, ha conseguito il dottorato in scienze bibliche al Pontificio Istituto Biblico con una ricerca sul Magnificat. È docente presso la Pontificia Università Gregoriana e la Pontificia Facoltà Teologica Marianun. È socio fondatore e presidente dell'Associazione Mariologica Interdisciplinare Italiana (AMI). Oltre a una sessantina di contributi di argomento mariano in pubblicazioni scientifiche, ha pubblicato Esperienza cristiana con Maria (ed. Monfortane, Roma 1980) e Il Magnificat. Genere letterario, struttura, esegesi (EDB, Bologna 1987) e ha curato, insieme ad A. Serra, I Vangeli dell’infanzia, I e II. Atti della XXXI Settimana Biblica Nazionale, in «Ricerche Storico Bibliche» 4 (1992).