Il Salotto incontra due giovani artisti il 23 aprile alle ore 18

Pubblicato il 22-04-2008

Incontro con il duo

Patrick Ruggieri Ravalson – violino

Vincenzo Lisciani Petrini – pianoforte 

 

 23 aprile ore 18

Sala di Lettura Prospettiva Persona

 

 

 

 Patrick Ruggieri Ravalson, nato a Fianarantsoa (Madagascar) nel 1985, cresce in Italia dove all’età di sette anni inizia lo studio del violino col M° L. De Dominicis. A dodici entra all’IMP “Gaetano Braga” di Teramo sotto la guida del M° P.G. Oreglia. Al VI anno di corso debutta come solista eseguendo il Concerto per violino, archi e basso continuo in Mi maggiore di J.S. Bach, accompagnato dall’Orchestra dell’Istituto, ripetendosi due anni dopo con l’esecuzione del Concerto per violino e orchestra n. 3 di W. A. Mozart. Ha partecipato a diversi concorsi sul suolo nazionale e nel 2000 ha ottenuto il secondo posto al Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale della città di Ortona. Numerose le collaborazioni con orchestre sinfoniche e da camera, di cui le più importanti sono l’Orchestra Internazionale Giovanile di Pescara, l’Orchestra Giovanile Abruzzese, l’OSA (Orchestra Sinfonica Abruzzese), l’Orchestra da camera di Roma, accompagnando solisti di fama internazionale come L. Brioli, J. Williams, P. Roy, M. Horvat, I. Grubert e avvalendosi della direzione di maestri come S. Zannerini, A. Monetti, F. Vizioli, C. M. Badia, M. Flaksman, M. Angius, M. Zuccarini, L. Shambadal. Nel 2007 partecipa al corso di Alta Formazione Musicale “Progetto Palcoscenico” a Pescara dove ottiene la qualifica di Professore d’Orchestra. Attualmente frequenta il corso di perfezionamento tenuto dal M° E. Pellegrino, presso l’Accademia Musicale Pescarese. È spalla dei secondi violini dell’Orchestra Giovanile da Camera “Quattroquarti” di Teramo ed è diplomando presso l’IMP “Gaetano Braga” di Teramo.  Vincenzo Lisciani Petrini, nato a Teramo nel 1984, si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti sotto la guida del M° Alessandro Cappella presso l’IMP “Gaetano Braga” di Teramo. Appassionato di musica antica ha deciso di sposare questa sua passione allo studio della letteratura classica e moderna iscrivendosi nel 2003 alla facoltà di Lettere Antiche dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti, ove si è laureato a pieni voti con una tesi sul pianista canadese  Glenn Gould. Affascinato sin da giovanissimo dalla creazione poetica e dalle sue possibilità comunicatrici, da semplice e piacevole cimento, ha cominciato a nutrire nella scrittura creativa maggiori ambizioni che lo hanno portato alla pubblicazione (gennaio 2007) di un suo florilegio sulla rivista culturale Nuova Umanità, fregiandosi di una recensione introduttiva di Giovanni Casoli, docente di Letteratura Italiana presso l’Università Gregoriana di Roma, nonché critico, scrittore e saggista. Prossimo alla stesura finale della sua prima raccolta poetica – ma ancora  in cerca di editore – sta collaborando con la compagnia teatrale “Gli Sbandati”, sia per la realizzazione di alcune sue opere, sia come musicista, e similmente con la compagnia teatrale “Il Satiro” dove è anche attore. Ha inoltre collaborato con l’Orchestra da Camera Giovanile “Quattroquarti” ed ha partecipato con discreto successo a concorsi musicali in diverse regioni d’Italia. Numerose le sue partecipazioni a Masterclass di prestigio con musicisti dal calibro di Andrej Jacinsky, Lucia Passaglia, Oleg Marshev e Piero Rattalino. Attualmente si occupa di articoli e recensioni artistiche per la rivista della Società del Teatro e dei Concerti “Primo Riccitelli” di Teramo e da alcuni mesi è anche curatore per il settimanale l’Araldo Abruzzese di una rubrica letteraria sui poeti minori del Novecento Italiano.    

Programma

Arcangelo Corelli Sonata X in fa maggiore op. 5“La follia”   Wolfgang Amadeus Mozart Dalla sonata KV 296 in Do maggiore.“Allegro vivace” Sonata KV 304 in Mi minore“Allegro”“Tempo di minuetto” 

´╗┐
© Centro Ricerche Personaliste di Teramo