Il salotto culturale del 4 novembre: Basta con gli usurai!

Pubblicato il 29-10-2009

Comunicato stampa

Mercoledì 4 novembre alle ore 18

presso il Salotto culturale di Via Nicola Palma 33 a Teramo

verrà presentata ai cittadini teramani l’associazione Ass.I.S.Te-onlus, nata in aprile su impulso dell’ex prefetto di Teramo Eugenio La Rosa. Sarà proprio il Presidente La Rosa a presentare  l’associazione.

L’associazione Ass.I.S.Te coinvolge diversi enti pubblici e privati del territorio, come la Curia Vescovile di Teramo-Atri, la Provincia di Teramo, la Banca di Credito Cooperativo Adriatico Teramano, l’Unione Industriali, il Gruppo Consorform e la Cna Teramo, ed è sostenuta dalla Fondazione Tercas, dalla Banca di Teramo e dalla Banca dell’Adriatico.
“La nostra associazione” sostiene La Rosa “ha valore fondamentale in cui crede fortemente: è la centralità dell’uomo, che consideriamo prioritaria rispetto ai giochi della finanza. Puntiamo a diffondere il più possibile questo valore per dare un sostegno a tutte quelle persone che fino ad oggi non hanno trovato altre soluzioni se non quella di rivolgersi ad uno strozzino”.
Il progetto si rivolge ai residenti nella provincia di Teramo e agli stranieri con regolare permesso di soggiorno da almeno quattro anni, in favore dei quali vengono erogati dei microprestiti (rivolti a singoli e famiglie che si trovano ad affrontare impreviste necessità finanziarie riguardanti, ad esempio, la casa o la salute) o dei microfinanziamenti (rivolti a coloro che si trovano a vivere una situazione economica di particolare disagio, come i giovani, gli immigrati, i lavoratori precari, mamme single, i colpiti da calamità naturali, i disoccupati, che intendono realizzare iniziative di auto-impiego). La stessa associazione si preoccuperà poi di vincolare, per l’intera durata del prestito, la somma che la banca convenzionata potrà erogare anche ai soggetti cosiddetti “non bancabili”. Ass.I.S.Te si rivolge, dunque, a tutte quelle persone che non sono in grado di offrire garanzie agli Istituti di credito e che da questi vengono respinti. “Per AssisTe” recita lo slogan “è l’impegno d’onore assunto sulla parola a dare la certezza della restituzione del prestito”. Una garanzia che, di certo, qualunque banca non sarebbe mai disposta ad accettare.


© Centro Ricerche Personaliste di Teramo