Il 25 novembre a Roma: AMARLUI ha festeggiato i 10 anni dalla Beatificazione di Maria e Luigi

Comunicato stampa

 

 

Nel pomeriggio di venerdì 25 novembre della loro festa liturgica e nel decimo anniversario della loro beatificazione  nel 2001, con grande partecipazione di pubblico affluito da 15 città italiane e  da vari altri Paesi, l’Associazione  AMARLUI  - intitolata a Maria e Luigi Beltrame Quattrocchi ha promosso a Roma – presso al Sala della Protomoteca in Campidoglio -  il Convegno "Cristiani: cittadini autentici" presenti il presidente dell’assemblea capitolina on. Marco Pomarici , il nunzio apostolico  S.E. Mons. Luciano Suriani e  mons. Paolo Mancini. In apertura, i presidenti nazionali  Giulia Paola Di Nicola e Attilio Danese hanno tracciato il profilo della nuova associazione a sostegno delle famiglie con la prospettiva di una spiritualità dal taglio laicale  aperta anche alle sofferenze del matrimonio (separazioni, divorzi, conflitti).

Nella tavola rotonda, Giorgio Campanini dell'università di Parma ha tracciato il profilo storico e i contenuti di una spiritualità al servizio della famiglia; Maria Voce-Emmaus presidente del Movimento dei focolari ha evidenziato i nodi spirituali per una vita matrimoniale felice e  impegnata; Salvatore Martinez presidente del Rinnovamento nello Spirito ha sottolineato l’importanza della preghiera in comune dei coniugi sullo stile dei beati Beltrame; mentre Antonio Conte presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma ha ricordato le doti umane e professionali di Luigi Beltrame quale membro del Foro di Roma. La tavola rotonda è stata coordinata dall’avv.  Carlo Fusco postulatore della causa di canonizzazione di Maria e Luigi. Toccante la testimonianza della figlia Enrichetta Beltrame Quattrocchi  di 97 anni che ha ricordato la probità professionale, civile, fiscale e morale dei suoi genitori.

Alle ore 21, presso la Domus Mariae di via Aurelia, lo spettacolo "Un'aureola per due"  sui due beati  - giunto alla 65° replica italiana con musiche di Giacomo Maria Danese e regia di Maffino Redi Maghenzani -  ha unito i partecipanti al convegno del Campidoglio con quelli riuniti alla Domus Pacis per il convegno nazionale "La fecondità della familiaris consortio: da Giovanni Paolo II a Benedetto XVI"   promosso per celebrare  il 30° dell'enciclica “Familiaris consortio”  dall’Ufficio Nazionale di pastorale famigliare della CEI , dal Forum delle associazioni familiari e dal Pontificio Consiglio della Famiglia. “Radunare in un solo pomeriggio più di 700 operatori pastorali per la famiglia  - ha detto don Paolo Gentili direttore dell’Ufficio nazionale - è un segno di unità nella Chiesa e di testimonianza civile di quanto la famiglia stia nel cuore  dei credenti  come risorsa  sociale, economica e civile” . La standing ovation a fine spettacolo ha trasmesso una iniezione di speranza  controcorrente con i contesti  di crisi che oggi si vivono . S.D’Antonio